Le mete turistiche più sottovalutate d’Europa

Quando si pensa ad un weekend, ad una vacanza o ad un viaggio itinerante in Europa, è immediato pensare a mete turistiche molto gettonate come Parigi, Londra, Barcellona, Praga, Madrid, Roma, Firenze o Venezia.

L’Europa, però, è ricca di città meno popolari che racchiudono dei tesori spesso ignorati. Ecco allora qualche meta alternativa e qualche proposta di viaggio da tenere in considerazione.

SOFIA

Diciamo la verità: quando si pensa alle città da visitare in Europa, raramente viene in mente la capitale bulgara. Eppure Sofia è un vero scrigno di arte, cultura e letteratura: è una città che ha origini antichissime e che porta i segni di un passato molto complesso, fatto di dominazioni e influenze diverse.

Passeggiando per il centro della città è impossibile non essere affascinati dalle decine di chiese, monasteri, moschee e sinagoghe che confermano il multiculturalismo etnico e religioso di questa capitale.

Sofia è stata a lungo sotto il dominio dei Romani, poi è stata oggetto delle mire dei barbari, è diventata una delle città più prospere dell’impero Bizantino ed è stata poi sotto il controllo sovietico, nazista e, infine bulgaro.

Questo mix unico di storie e di popoli ha reso Sofia una città davvero interessante.

A circa due ore di treno da Sofia, inoltre, sorge Plovdiv una delle poche città europee in cui si può trovare un anfiteatro romano ancora perfettamente conservato: nel 2019 Plovdiv sarà, insieme a Matera, capitale della cultura mondiale…motivo in più per pianificare un viaggio da queste parti!

VARSAVIA

Altra città spesso sottovalutata è Varsavia, cui si tende a preferire la più gettonata Praga. Ma Varsavia, con il suo centro storico pittoresco, con le sue case colorate, con le sue architetture particolari è un posto che saprà stupirvi. Se non soffrite troppo il freddo, visitatela in inverno, durante il periodo natalizio: i tradizionali mercatini con l’artigianato locale e i tetti innevati vi faranno innamorare di questa città!

LISBONA

Clima mite, ottimo cibo, qualità della vita alta, cultura, storia e architettura straordinaria sono solo alcune delle caratteristiche di Lisbona, la capitale portoghese. Molto spesso trascurata a vantaggio di città spagnole più famose come Madrid o Barcellona, Lisbona è, invece, una meta davvero splendida che saprà conquistarvi per il calore della sua gente, per gli scorci suggestivi e per il suo fiume che sembra un mare. Da non perdere un assaggio delle famosissime “pasteis de nata” (un dolce a base di crema pasticciera davvero delizioso) e un sorso del celebre liquore alle ciliegie servito in un mini bicchierino di cioccolato fondente! Se avete qualche giorno in più, prendete un treno che, in meno di 45 minuti, vi porterà a Sintra, un luogo magico, con il suo castello e con il suo parco che sembra uscito da un libro delle favole.

MARSIGLIA

Un tempo considerata come una città degradata, affollata di immigrati e con un tasso di delinquenza alle stelle, oggi Marsiglia è una delle zone più vive della costa provenzale francese. La città è pervasa dal profumo della lavanda e dei suoi celebri saponi: impossibile non rimanere incantati entrando in una delle decine di fabbriche artigianali sparse per tutta la città.

A dominare dall’alto la città, vi è la basilica di “Notre Dame de la Garde”, chiamata dai marsigliesi la “Bonne Mère” o la “Grande mère” al cui interno figurano centinaia di ex voto e di barchette appese alla volta: qui, infatti, i naviganti del posto venivano a pregare e a chiedere aiuto per le loro vite.

Marsiglia offre uno spaccato unico sulla Francia: non a caso proprio da qui viene la “Marsigliese”, divenuto l’inno nazionale francese. Da non perdere una passeggiata al vieux-port.

Macao, il gioiello dell’Est

Macao è una delle mete turistiche più gettonate dell’Est Asiatico.  La regione si snoda lungo la costa sud della Cina continentale ed è divisa da Hong Kong dal delta del Fiume delle Perle.

Macao è stata soggetta alla dominazione portoghese sino al 1999 e ciò ha contribuito a creare nella Regione un mix di stili e di influenze culturali davvero unico.

Sotto un profilo turistico, una delle maggiori attrazioni e dei motivi di fama di Macao a livello internazionale è dato dai suoi numerosi casinò che le hanno valso il titolo di “Las Vegas d’Oriente“.

Altra attrazione da non perdere è il “Macau Tower” che con i suoi 338 metri di altezza offre una vista mozzafiato sulla città.

Come arrivare a Macao

Macao è bene collegata grazie ad una rete aerea e navale molto ben organizzata. Se desideri visitare questa regione puoi arrivare:

  • Tramite aereo atterrando all’aeroporto internazionale collegato direttamente con le principali città d’Oriente e Occidente
  • Con il traghetto da Shenzhen: la traversata ha una durata di circa 60 minuti
  • Tramite traghetto da Hong Kong: questa tratta è molto ben servita e la durata media del viaggio è di circa 50 minuti. Il prezzo medio del tragitto è di circa 190 HKD (pari a 20 €). Ovviamente il costo varia in base alla compagnia scelta e al periodo dell’anno
  • Via terra passando tramite il confine cinese lungo la zona di Zhuhai

Se decidi di raggiungere Macao via mare, ricordati che ci sono due porti: il Macao Outer Harbour e Taipa.

Documenti e visti

Se visiti Macao a fini turistici puoi rimanere sino a 90 giorni senza richiedere alcun visto. Ricordati di viaggiare con un passaporto che abbia almeno 6 mesi di validità e porta con te le tue prenotazioni alberghiere, aeree o navali per dimostrare la tua partenza entro il limite stabilito dallo Stato.

Cosa vedere a Macao

Macao è l’unica zona della Cina in cui è consentito il gioco d’azzardo, motivo per cui la maggior parte dei turisti visita questa regione proprio per i suoi numerosi casinò. Tra quelli più famosi vi è, senza dubbio, il “Venetian”.

Come suggerisce il nome, questa mega struttura si ispira proprio alla città di Venezia: all’interno potrete trovare un albergo, decine di sale da gioco, boutique di alta moda, ristoranti e, perfino, veri canali con gondole! La struttura è talmente estesa che non basta una giornata intera per vederla tutta. Appena fuori dal “Venetian” sorge un altro complesso incredibile, il “Parisian” ispirato, come è facile intuire, alla città di Parigi.

Anche in questo caso la struttura ospita un albergo di lusso, un casinò, ristoranti e caffetterie in stile parigino e, addirittura, una replica della Tour Eiffel.

Il centro storico di Macao, invece, è un tripudio di arte e architettura in perfetto stile portoghese.

Da non perdere il Senado Square (Piazza del Senato) con la sua pavimentazione a mosaico, la Chiesa di San Domenico o Santo Domingo in stile barocco e le rovine della cattedrale di San Paolo.

Sempre nella zona centrale da vedere è il “Grand Lisboa”: si tratta di un hotel-casinò di 47 piani, che con la sua particolare forma visibile sin dal porto di Taipa è, senza dubbio, l’edificio simbolo di Macao.

Per il suo grande valore storico, artistico e culturale, il centro di Macao è stato dichiarato Patrimonio dell’UNESCO.